Dichiarazione di Indipendenza degli USA

Prof.ssa Francomacaro | Nonostante i determinanti contributi nella lotta contro i pellerossa e i francesi, l'Inghilterra continuava a trattare i coloni americani con durezza, imponendo pesanti tasse e limitandone i commerci: nonostante le infinite materie prime a disposizione, infatti, gli americani potevano commerciare solo con la madrepatria, senza poter disporre liberamente di ciò che producevano. Col tempo, le imposizioni inglesi non facevano che inasprirsi con un maggiore controllo della stampa e dell'opinione pubblica (Stamp Act, un bollo da pagare per scrivere documenti e giornali) e ulteriori tassazioni per rimpinguare le casse della Corona inglese svuotata delle numerose campagne contro la Francia (Sugar Act, un’imposta sui prodotti importati, come lo zucchero). Gli americani allora, stanchi di continuare a mantenere un Governo che non si curava minimamente di loro, cominciarono a reclamare maggiori diritti, coniando lo slogan "Niente tasse senza una Rappresentanza", un'invocazione per chiedere che una delegazione americana potesse sedersi nel Parlamento inglese e far sentire le proprie necessità. Di fronte al diniego degli Inglesi, che anzi inviarono più militari per ristabilire l'ordine, nel 1773 iniziarono scontri veri e propri tra coloni e Gran Bretagna: un gruppo di coloni mascherati da indiani assaltò alcune navi della Compagnia delle Indie cariche di tè che erano ancorate a Boston e ne gettò le merci in mare per protestare contro le condizioni di favore con cui i mercanti inglesi erano trattati rispetto ai coloni. Il gesto passò alla storia come Boston Tea Party. Non tutti gli americani volevano distaccarsi completamente dalla potente Inghilterra, ma alla fine prevalse la fazione guidata dal generale George Washington, che prese anche il comando dell'esercito statunitense. Le colonie proclamano allora la loro indipendenza a Philadelphia il 4 luglio 1776, con una Carta che promuoveva la libertà e l'uguaglianza degli uomini, principi cari all'Illuminismo. Nascono gli Stati Uniti d'America! Vi propongo la lettura del documento più importante di quella rivoluzione: la Dichiarazione d'Indipendenza Può essere utile anche visionare il breve video (4 minuti) introduttivo. Vorrei farvi notare che nel documento ci sono delle parti che fanno riferimento alle diverse teorie filosofiche degli intellettuali correlati sia con rivoluzione inglese del '600 che con l'Illuminismo.