Il Neorealismo nel cinema.

PROF.SSA FRANCOMACARO
Negli anni Quaranta del secolo scorso il clima culturale sta cambiando. Il ventennio fascista sembra volgere al termine e il mondo della cultura prende atto della responsabilità che gli intellettuali hanno nei confronti della società. Già il regime fascista aveva intuito che il cinema e la radio erano dei potenti veicoli di informazione (e soprattutto di manipolazione dell'opinione pubblica). Sul finire della guerra dunque sarà proprio il cinema a diventare catalizzatore delle masse e della ricostruzione del Paese. In particolare, gli artisti, gli intellettuali e i cineasti dell'epoca daranno vita a quello che passerà sotto il nome di Neorealismo sia nel cinema che nella letteratura. Ora ci occupiamo di cinema!
Vi propongo un video (dura 11 minuti) (  https://www.youtube.com/watch?v=6p4B7MDCdR4  )  e due estratti dal film  "Roma città aperta", considerato il Manifesto del Neorealismo in Italia, che aiutano a riflettere su personaggi/interpreti, ambientazioni e ruolo della lingua/lingue nel cinema neorealista.
1. https://www.youtube.com/watch?v=VWIjTfxGP1w
2. https://www.youtube.com/watch?v=7bQ1pRQ5G_A