L'omicidio politico di Jo Cox e l'UE

Prof.ssa Francomacaro | Con l'omicidio politico di Jo Cox, affrontriamo il tema "nascita e sviluppo dell'Unione Europea". Lo scorso 9 maggio vi ho proposto la lettura di un documento fondamentale per la nascita di quella che all'epoca si chiamava Comunità Economica Europea (CEE). Oggi invece vi suggerisco la lettura del breve articolo sulla morte di Jo Cox e successivamente la lettura della Dichiarazione Schuman. Rilasciata dall'allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman il 9 maggio 1950, quella dichiarazione proponeva la creazione di una Comunità europea del carbone e dell'acciaio, i cui membri avrebbero messo in comune le produzioni di carbone e acciaio. La CECA (paesi fondatori: Francia, Germania occidentale, Italia, Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo) è stata la prima di una serie di istituzioni europee sovranazionali che avrebbero condotto a quella che si chiama oggi "Unione europea". Ricordiamo brevemente il contesto storico del 1950. Le nazioni europee cercavano ancora di risollevarsi dalle conseguenze devastanti della Seconda guerra mondiale, conclusasi cinque anni prima. Determinati ad impedire il ripetersi di un simile terribile conflitto, i governi europei giunsero alla conclusione che la fusione delle produzioni di carbone e acciaio avrebbe fatto sì che una guerra tra Francia e Germania, storicamente rivali, diventasse – per citare Robert Schuman – "non solo impensabile, ma materialmente impossibile". Si pensava, giustamente, che mettere in comune gli interessi economici avrebbe contribuito ad innalzare i livelli di vita e sarebbe stato il primo passo verso un'Europa più unita. L'adesione alla CECA era aperta ad altri paesi. Alcune citazioni significative della Dichiarazione:
  • "La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano."
  • "L'Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto."
  • "La fusione delle produzioni di carbone e di acciaio... cambierà il destino di queste regioni che per lungo tempo si sono dedicate alla fabbricazione di strumenti bellici di cui più costantemente sono state le vittime."
Forse qualcuno vorrà anche leggere il discorso che Ezio Bosso, noto musicista italiano scomparso meno di un mese fa, ha rivolto al Parlamento Europeo qualche anno fa. Vi allego il link al testo della sua lettera e quello al video del discorso. Vi invito solo a riflettere sul significato di questo omicidio politico.